• introduzione al seminario del Segretario Provinciale Andrea Carobbi Corso

• saluto del Sindaco di Pistoia Dott. Alessandro Tomasi

• intervento del Segretario Regionale SAP Toscana Dott. Fabio Grassi

• aspetti giuridico normativi a cura dell’on. Gianni Tonelli, deputato della Repubblica, membro alla I Commissione Affari Costituzionali della Presidenza del Consiglio e Interni, Segretario Generale Aggiunto SAP

• aspetti sanitari a cura dei Dott.ri Stefano Di Marco e Stefano Gabbani, Medici Cardiologi dell’ospedale di Pescia.

• aspetti tecnici a cura dei dirigenti sindacali SAP Michele Scarpato e Marco Macioce, istruttori di tecniche operative e di tiro della Polizia di Stato.

• aspetti organizzativi a cura del Comandante Polizia Municipale di Pistoia, Dott. Sergio Bedessi

 

Il seminario di formazione è aperto a tutta la cittadinanza ; per il personale della Polizia di Stato sarà considerato aggiornamento professionale

Dal Flash nr. 42

 

 "RIORDINO: CORRETTIVO CHE NON PIACE MA STRUMENTALE A NUOVA DELEGA"

  

 Clicca sulla placca  per leggere o scaricare l'intero Sap Flash

IN ARRIVO , GRATUITAMENTE, PER GLI ISCRITTI

Pistoia 18 Ottobre 2018 .- Poliziotti sempre più tecnologici e costantemente informati sulle nuove norme , leggi e decreti dello Stato. Abbiamo lavorato a questo proposito nell’ultimo anno proponendo ad una casa editrice la possibilità di creare una apposita applicazione da installare si telefonini e sui tablet su cui i poliziotti possano consultare, all’occorrenza e velocemente, leggi, norme e codici vari. Oggi è realtà e già dai prossimi giorni tutti gli iscritti al SAP pistoiese potranno disporre, gratuitamente, di questa applicazione che finalmente ha visto la luce. Ringraziamo Fabrizio Rocca della casa editrice La Tribuna che ha permesso la nascita di questo strumento, che riteniamo possa essere molto utile. Il nostro augurio è che sia valutata dal Dipartimento la possibilità che tutti gli uomini in divisa , possano disporre, in futuro , di questo nuovo innovativo strumento, utile e soprattutto veloce quando si opera su strada; per adesso, il SAP pistoiese lo fornirà ai propri iscritti.

Pistoia 8 Ottobre 2018. Il SAP, Sindacato Autonomo di Polizia pistoiese, esprime soddisfazione per l’introduzione nelle dotazioni tra le forze di Polizia della pistola elettrica; per questo motivo, in attesa che anche a Pistoia, sia reso disponibile agli operatori di Polizia, ha organizzato un seminario, aperto a tutti, dal titolo “Taser: siamo tutti più sicuri“ dove saranno spiegate le prerogative dello strumento ed i vantaggi per la collettività che l’adozione di questa risorsa determinerà. Il 9 Novembre, nella Sala Maggiore del Comune di Pistoia, alla presenza di esponenti politici del Governo, di tecnici e di appartenenti alle forze dell’ordine, saranno illustrati gli aspetti giuridici, tecnici e sanitari sull’uso di questo prezioso strumento che, senza dubbio, salvaguarderà l’integrità degli operatori e dei cittadini, in particolare in quelle circostanze in cui le forze dell'Ordine saranno impegnate in interventi particolari con soggetti pericolosi, nella breve distanza, fattispecie molto comune e causa per la quale si contano numerosissimi colleghi feriti ogni anno, ultimo dei quali un poliziotto della Polfer di Pistoia, aggredito durante il servizio la scorsa settimana . Da sempre, il SAP, si è battuto per l’adozione di strumenti che tutelino l’operatore e la cittadinanza, proponendo l’uso delle telecamere sulle auto, negli uffici e sulle le divise, attraverso la “campagna delle spy pen”, la dotazione dello spray al peperoncino e più recentemente quello del Taser. Nelle città pilota dove è già in atto la sperimentazione della pistola elettrica sono stati risolti, in sicurezza, alcuni interventi, senza conseguenze né per gli operatori né per i soggetti fermati, né tanto meno per i cittadini; siamo certi che oltre ad essere un ottimo strumento di tutela per l’operatore, il Taser, è anche strumento di dissuasione per i malintenzionati. Con la dotazione del Taser, i violenti che prima sapevano bene che le forze dell’ordine difficilmente avrebbero potuto fare ricorso all’uso pistola, nelle condotte più aggressive, si creeranno qualche scrupolo in più e l’operatore di Polizia non andrà incontro a conseguenze determinate dall’uso delle armi. Con l’adozione di questo strumento siamo certi, come provato nelle città pilota, che ci sarà una riduzione delle aggressioni agli uomini e alle donne in divisa; una risorsa la cui sola presenza nell’equipaggiamento del personale in divisa eviterà i “corpo a corpo” permettendo soluzioni rapide e soprattutto più sicure. Il SAP ritiene che non si possa rinunciare, al più presto, a questa preziosa opportunità anche nella nostra città.